Inizio 5 Autodifesa 5 SUPPLENZE, PROROGA, CONTRATTO

SUPPLENZE, PROROGA, CONTRATTO

da | 7 Giu 2023 | Autodifesa, Materiali

SUPPLENZE; PROROGA e quant’altro

QUANDO SPETTA LA COPERTURA CONTRATTUALE
La stipula del contratto spetta nei due seguenti casi:

  1. Docenti con contratto di supplenza fino al termine delle attività didattiche (30 giugno), sia se convocati da GAE\GPS sia che convocati da graduatorie d’istituto, se nominati commissari interni nella scuola di servizio o commissari esterni in altra scuola, spetta la proroga contrattuale fino al giorno conclusivo della sessione di esami. La proroga del contratto in questione viene disposta, dalle scuole stipulatrici dei relativi contratti, anche se la sede d’esame del supplente interessato riguardi una scuola differente da quella o da quelle ove ha prestato servizio. 
  2. Docenti con contratto di supplenza temporanea con servizio effettivamente svolto sino al termine delle lezioni, esclusivamente nel caso in cui sia nominato quale commissario interno nella medesima scuola, compete l’attribuzione di un nuovo contratto, per un numero di ore di insegnamento pari a quello del contratto precedente, con decorrenza dal giorno della seduta preliminare della commissione e termine nel giorno conclusivo della sessione d’esame.
    Pertanto in questo secondo caso, al supplente temporaneo che sia stato effettivamente in servizio fino al termine lezioni e che sia stato designato commissario interno nella medesima scuola di servizio, spetta un nuovo contratto per la durata degli esami. I relativi oneri della retribuzione contrattuale sono a carico dell’istituzione scolastica sede degli esami.

A ciò si aggiunga la fattispecie di cui all’art. 37 CCNL ovvero il diritto alla proroga nel caso in cui il titolare si sia assentato per almeno 90 giorni, trattandosi di classi terminali e sia rientrato in servizio oltre il 30 aprile o non sia mai rientrato.

Per i contratti dei supplenti stipulati fino al termine delle lezioni (ultimo giorno di scuola stabilito dai calendari regionali) possono derivare da proroghe o conferme contrattuali (es. una malattia, una interdizione/maternità o un congedo parentale che si rinnova ogni tot. giorni) oppure da supplenze attribuite dalla scuola per posti che si sono resi disponibili dopo il 31/12 – art. 2 comma 4 lettera c) OM 112 del 6 maggio 2022 – (es. unaspettativa, una dichiarazione di inidoneità, etc.).

  • Nel primo caso, il supplente ha una serie di contratti che vengono rinnovati attraverso proroghe o conferme ai sensi dellart. 13 c. 11 e 12 OM 112/2022;
  • Nel secondo caso, il docente potrebbe avere già sottoscritto un contratto direttamente fino al termine delle lezioni perché il posto si è reso disponibile dopo il 31/12.

In tutti i casi è bene ricordare che il supplente che arriva con un contratto fino al termine delle lezioni” (indipendentemente dalla tipologia contrattuale: se ci arriva con delle proroghe/conferme o direttamente) ha sempre diritto ad un contratto per gli scrutini e gli eventuali esami.

In alcuni casi può avere la proroga, in altri il contratto viene stipulato per i giorni necessari allo svolgimento degli adempimenti relativi a scrutini ed esami.

Proroga o nuovo contratto stipulato per i giorni necessari?

  • Supplenze che rientrano nellart. 37 del CCNL/2007:Al fine di garantire la continuità didattica, il personale docente che sia stato assente, con diritto alla conservazione del posto, per un periodo non inferiore a centocinquanta giorni continuativi nellanno scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione dellattività didattica, e rientri in servizio dopo il 30 aprile, è impiegato nella scuola sede di servizio in supplenze o nello svolgimento di interventi didattici ed educativi integrativi e di altri compiti connessi con il funzionamento della scuola medesima. Per le medesime ragioni di continuità didattica il supplente del titolare che rientra dopo il 30 aprile è mantenuto in servizio per gli scrutini e le valutazioni finali. Il predetto periodo di centocinquanta giorni è ridotto a novanta nel caso di docenti delle classi terminali.”

La norma va applicata sia nel caso di rientro del titolare dopo il 30 aprile (in questo caso il titolare rientra e resta a disposizione” della scuola), sia nel caso di mancato rientro (per cui il titolare ha raggiunto 150 gg di assenza o 90 in caso di classi terminali, ma non rientra e prosegue la sua assenza fino al termine delle lezioni o oltre).

Non ci sono differenze tra i diversi ordini di scuola, pertanto questa previsione contrattuale va applicata anche ai supplenti della scuola Primaria e dellInfanzia.

Al supplente che rientra nellart. 37 ha diritto alla proroga che decorre dal giorno successivo a quello del termine delle lezioni” fino allultimo giorno di scrutinio, senza interruzioni.

Se il docente insegna in una classe terza della secondaria di I grado dovrà essere prorogato fino allultimo giorno di insediamento della Commissione per lo svolgimento degli esami.

  • Supplenze che non rientrano nellart. 37 del DEL CCNL/2007: al supplente che arriva al termine delle lezioni ma non rientra nellart. 37 (titolare con unassenza inferiore a 150 giorni o 90 se classi terminali) dovrà essere predisposto uno specifico contratto per i giorni strettamente necessari per gli scrutini ed esami. In questo caso non dovrà quindi essere predisposta una proroga contrattuale. Il contratto dovrà essere predisposto per tutte le ore del contratto precedente. Per gli esami il contratto deve comprende lintero periodo che val primo allultimo giorno di attività della Commissione.

Esami di stato secondaria II grado

Fermo restando che quanto previsto dalla normativa già menzionata, per ciò che riguarda gli Esami di Stato della scuola secondaria di II grado la nota MIUR 14187 dell’11 luglio 2007 ha precisato quanto segue:

  • Al personale con contratto di supplenza temporanea con servizio effettivamente svolto sino al termine delle lezioni, esclusivamente nel caso in cui sia nominato quale commissario interno nella medesima scuola, compete lattribuzione di un nuovo contratto, per un numero di ore di insegnamento pari a quello del contratto precedente, con decorrenza dal giorno della seduta preliminare della commissione e termine nel giorno conclusivo della sessione desame; i relativi oneri della retribuzione contrattuale sono a carico dellistituzione scolastica sede degli esami. (Resta fermo invece il diritto alla proroga nel caso la supplenza rientri nella fattispecie dellart. 37 del CCNL).
  • Quando invece la designazione e partecipazione quale componente di commissione riguardi docenti che abbiano nellanno scolastico in corso lo status di supplente temporaneo o docenti semplicemente inclusi nelle graduatorie di reclutamento, tali posizioni sono da considerarsi assimilate a quelle del personale estraneo allAmministrazione e a tali docenti competono esclusivamente i compensi onnicomprensivi connessi allespletamento degli esami di stato, con esclusione di specifica stipula contrattuale e relativo trattamento retributivo.
  • Per chi ha un contratto sino al 30/6 compete la proroga del relativo contratto, ovvero di più contratti sino al termine delle attività didattiche di cui sia contemporaneamente destinatario, fino al giorno conclusivo della sessione di esami. La proroga va disposta dalla scuola in cui il docente era in servizio, anche se la sede desame del supplente può essere una scuola differente.

Il docente di sostegno

Sulla base di quanto stabilito dall’OM 45 del 9 marzo 2023 art. 24 c. 4 “Per la predisposizione e lo svolgimento delle prove desame, la commissione/classe può avvalersi del supporto dei docenti e degli esperti che hanno seguito lo studente durante lanno scolastico. Il docente di sostegno e le eventuali altre figure a supporto dello studente con disabilità sono nominati dal presidente della commissione sulla base delle indicazioni del documento del consiglio di classe, acquisito il parere della commissione/classe.”

Quindi sono importanti le indicazioni fornite nel documento del 15 maggio.

Tipologia di contratto per il docente di sostegno

Per quanto riguarda la natura del contratto da attribuire fa fede sempre  la nota MIUR 14187 dell’11 luglio 2007 menzionata in precedenza.

Compensi per i commissari e per i docenti di sostegno nominati per esami di stato

I riferimenti ai compensi sono contenuto nella nota 7054 del 2 luglio 2007.

Scrutini suppletivi (luglio-agosto)

Nei casi di operazioni suppletive di scrutinio necessarie nelle scuole secondarie di 2° grado nei mesi di luglio o agosto al termine dei corsi di recupero dei debiti formativi, ove si debba ricorrere a personale supplente temporaneo, si disporrà nei riguardi di questultimo con un apposito contratto di supplenza temporanea per il periodo dal primo allultimo giorno degli scrutini suppletivi cui partecipa, per un numero di ore settimanali pari a quelle dellultimo contratto con cui ha insegnato nella scuola medesima o comunque pari a quelle dellinsegnante per cui opera in sostituzione.

Cobas Veneto

Pubblicato da: Cobas Veneto

Co.bas. Scuola

Email: [email protected]

I comitati di base della scuola sono un sindacato di base nato negli anni ’80 e che da allora opera nel nostro territorio e nel territorio nazionale, con docenti e A.T.A. volontari – precari e non – disposti a mettersi in gioco.

Classe di concorso A10 – Discipline grafico-pubblicitarie – Errore di interpretazione della tabella DM 259/2017 in Veneto per i laureati in architettura  Sentenza n. 409/2024 pubblicata il 06/06/2024

Classe di concorso A10 – Discipline grafico-pubblicitarie – Errore di interpretazione della tabella DM 259/2017 in Veneto per i laureati in architettura
Sentenza n. 409/2024 pubblicata il 06/06/2024

Si rende pubblica la sentenza del Tribunale del lavoro di Padova in merito all'esclusione dalle graduatorie delle/degli insegnanti con laurea in architettura vecchio ordinamento dalla classe A10, con relativa decurtazione del punteggio,...

COMPRAVENDITA TITOLI  di AA.VV.

COMPRAVENDITA TITOLI
di AA.VV.

Tutti coloro che hanno dovuito confrontarsi con l'inserimento in GPS o il loro rinnovo ma anche con gli stessi concorsi, hanno avuto a che fare con l'inserimento dei TITOLI. La quantità e le tipologie dei quali, ma anche dei CFU, balza...

Categorie

Archivi

Shares
Share This